Il Segreto anticipazioni, puntata del 9 settembre: Pepa si rifiuta di sposare Alberto

Torna nel primo pomeriggio odierno di Canale 5, a partire dalle ore 14:45 circa il nuovo appassionante episodio della soap opera Il Segreto, in onda subito dopo Centovetrine e che farà tra traino ancora per questa settimana alla nuova puntata di Pomeriggio Cinque. Prima di andare a conoscere quanto accadrà nella nuova puntata odierna, andiamo a vedere cosa è successo nei precedenti episodi della passata settimana. Come abbiamo avuto modo di vedere, dopo la morte di Angustias, il rapporto tra Pepa e Martin è mutato: il bambino dopo le parole della madre, la crede cattiva ed ha un atteggiamento distaccato nei confronti della levatrice.

Tristan ha accompagnato il feretro della moglie defunta nelle Asturie lasciando Martin da parenti e questo ha portato Pepa a pensare di averlo allontanato volutamente da lei. Soledad è sconvolta di quanto ha dovuto fare pur di salvare la vita di Juan, mentre Raimundo ha deciso di tenere nascosto ai figli il suo grave problema di salute, raccontandolo solo a Don Anselmo. Nel frattempo, Juan prosegue con la sua rivolta nel villaggio mentre Alberto ha chiesto alla levatrice di sposarlo.

Ma cosa accadrà quindi nella nuova puntata in onda questo pomeriggio, 9 settembre? Pepa ovviamente rifiuterà la proposta di matrimonio di Alberto, mentre Emilia è convinta che il medico abbia posato gli occhi su di lei. Alberto però, le farà capire di non farsi false illusioni in merito. Al fine di recuperare Martin, Alberto proporrà nuovamente alla levatrice di sposarlo, mentre lei si rifiuterà ancora una volta.

Nel Frattempo, Francisca, ascoltando in segreto una conversazione tra il Marchese e Mercedes, comprenderà che sotto c’è qualcosa che lei ignora e minaccerà Mercedes fino a conoscere tutto. Juan intanto ha scoperto ciò che Soledad ha dovuto fare per salvargli la vita.

Seguici e condividi!

Francesca Tordo Author

Appassionata del gossip italiano e non solo. Mi piace scrivere di fiction e anticipazioni Tv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *