Le tre rose di Eva 2, Roberto Farnesi: “Sarà un mix di giallo, thriller e horror con tanti colpi di scena”

Sarà Roberto Farnesi ad aprire la stagione TV su Canale 5, con Le tre rose di Eva 2, dove interpreta Alessandro Monforte, imprenditore vinicolo e grande amante. Tra le pagine di Sorrisi e Canzoni TV afferma che la fiction è un lavoro corale: “Siamo in tanti a portare il fardello (di aprire la stagione televisiva ndB) o, in caso di vittoria la coppa. Ma sono sereno, questa seconda stagione è divertente” afferma per poi specificare: “Nel senso che il melò sarò mescolato al giallo, il thriller e pure l’horror” conclude.

Quattordici nuovi episodi dove la linea guida resta sempre la storia d’amore fra Alessandro e Aurora, ma il tutto sarà “condito” da una grande serie di colpi di scena. Uno lo svela direttamente l’attore durante l’intervista: “La mia ex moglie Viola, scappata all’estero, tornerà per reclamare qualcosa. Ma arriveranno colpi di scena anche da altri personaggi, per esempio da Veronica, una dark lady interpretata da Euridice Axen”. Farnesi continua l’intervista rivelando una interessante news che si discosta dal suo lavoro di attore.

“Ho in progetto una cosa in TV, vedrete un Farnesi goliardico e caciarone” afferma, per poi continuare: “E’ una produzione importante di RaiUno. Avrò la possibilità di far conoscere la mia parte che viene fuori grazie alla mia toscanità. Chi mi conosce bene si ammazza dalle risate…” conclude. Di cosa starà parlando? Volete scoprirlo? Benissimo, allora cosa aspettate a cliccare QUI?

Tra le altre cose, durante l’intervista l’attore afferma di non essere single e di amare i programmi che parlano di animali, anche se questo anno non ha disdegnato The Voice of Italy: “Un programma ben fatto, con talenti di altissimo livello”.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *