Rizzoli & Isles: morto l’attore Lee Thompson Young; per il manager si tratta di suicidio

E’ morto alla giovane età di 29 anni l’attore Lee Thompson Young, celebre per le sue partecipazioni in diverse serie tv e trovato morto nella sua abitazione a North Hollywood dalla polizia. La sua scomparsa si è subito tinta di giallo: inizialmente si era parlato di suicidio, poi però è stata avanzata l’ipotesi dell’omicidio in seguito ad un colpo di pistola, ma la notizia era stata smentita, in base a quanto riportato dal sito Tmz, anche dalla polizia stessa.

Proprio gli inquirenti hanno cercato di vagliare altre ipotesi, escludendo sin da subito problemi legati ad alcool e droghe (ed il ricordo in tal senso va subito a Cory Monteith, giovane attore di Glee, scomparso questa estate). Da qualche ora però, l’iniziale ipotesi del suicidio sembra trovare conferma, anche a detta del suo manager, Jonathan Baruch. Si attendono quindi conferme dal reparto omicidi della LAPD che sta lavorando al caso.

Lee Thompson Young, doveva la sua fama per essere tra i protagonisti della serie tv poliziesca Rizzoli & Isles, sin dal 2010, in cui interpretava il detective esperto informatico Barry Frost. L’attore era atteso per le riprese di una nuova puntata della serie e proprio la sua assenza ha destato preoccupazioni presso la produzione.

Tra le altre serie tv di successo nelle quali era apparso, ricordiamo Scrubs, FlashForward e The Guardian. Al cinema aveva invece preso parte alle pellicole Una parola per un sogno e Le colline hanno gli occhi 2.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *