Parla il figlio di Lando Buzzanca: “La storia del suicidio è ridicola. Ha corso il pericolo dopo la morte di mia madre”

La vicenda dell’attore Lando Buzzanca in realtà si è davvero tinta di giallo. Ma proviamo a fare il riassunto delle “puntate precedenti”. Il 7 agosto sul web incomincia a circolare la voce che l’attore voleva farla finita tentando di suicidarsi. Secondo quanto si apprendeva inoltre, pareva che avesse perfino lasciato una lettera d’addio e il gesto fosse riconducibile ad una delusione di carattere lavorativo. Lo choc e lo sgomento rendono l’approfondimento della questione quanto meno ovvio, e così, dopo poche ore arrivano (fortunatamente) smentite da ogni dove.

Salvo Buzzanca, il fratello dell’attore smentisce categoricamente e con lui anche l’avvocato Michele Lo Foco, affermando: “Macché suicidio, è stato solo un colpo di calore, c’erano 41 gradi a Roma”, mentre il referto dell’Ospedale Santo Spirito di Roma afferma che si tratta di un attacco ischemico transitorio. Tra le pagine di Oggi, il figlio di Buzzanca, Massimiliano racconta in dettaglio la vicenda: “Ero in Calabria, sul set a lavorare quando alle 8.15 mi chiama la domestica rumena, dicendomi di aver trovato mio padre svenuto nella vasca semipiena d’acqua, con alcuni piccoli tagli e tracce di sangue sulle mani”.

Poi aggiunge: “Potete immaginare lo choc. “Chiama il 118”, ho detto spaventato alla signora. Dopo ho avvertito zio Salvo, fratello di mio padre, che si è precipitato da papà per darmi notizie sulle sue condizioni”. Dopo poco anche Lando Buzzanca racconta cosa è accaduto e lo fa sul Corriere della Sera, affermando: “Avevo lavorato tutta la giornata fino a tarda sera. Ho trascorso una notte insonne. La mattina mi sono alzato all’alba e, per rilassarmi, ho deciso di non farmi la doccia ma un bagno. Mi sono portato un bicchiere di aranciata. Forse mi sono disteso troppo, i riflessi si sono allentati… il bicchiere è scivolato e mi sono ferito per raccogliere i pezzi, e poi ho perso i sensi”.

Spiegato l’accaduto ha concluso affermando: “Figurati se uno si suicida mentre sta lavorando a un progetto di otto puntate in TV!”. Il figlio Massimiliano, sempre tra le pagine di Oggi racconta: “Abbiamo capito che non possiamo più lasciare da solo un uomo di quasi 80 anni”, per poi proseguire: “Quando sono arrivato, l’ho trovato addormentato, russava anche. Gli ho lasciato due righe, per farlo ridere: “Ci hai fatto prendere un colpo, ma la prossima volta fatti venire un coccolone d’inverno”.

Anche la lettera d’addio sarebbe frutto di un equivoco, in quanto, sarebbe solo una pagina annotata del copione della fiction Il restauratore 2. “Il giorno dopo l’accaduto racconta Massimiliano – voleva che chiamassi l’aiuto regista per girare. “Mi porti i copioni?” mi ha domandato”. Per quanto riguarda le condizioni di salute del padre, Massimiliano afferma: “Ora sta meglio, ma deve tenere sotto controllo cuore e cervello. La storia del tentato suicidio è ridicola. Il pericolo semmai, l’ha corso tre anni fa in occasione della morte di mia madre, a cui era legatissimo”.

Lucia Peralta, l’amatissima moglie di Lando Buzzanca si è spenta il 22 novembre del 2010 a Milano, per un male incurabile. Dopo alcuni mesi Buzzanca dichiarò a TV Oggi: “Lucia è stata brava, mi ha perdonato assenze e lontananze. Perché l’ho tradita? Con lei facevo l’amore, con le altre sesso”.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *