Il Segreto anticipazioni, puntata del 12 agosto: parto prematuro per Angustias

Riparte la nuova settimana, e con essa anche la soap opera Il Segreto ritorna con nuovi appassionanti episodi che ci terranno compagnia solo per alcuni giorni, in seguito al ponte di Ferragosto; così come per Beautiful, infatti, la soap ambientata nella Spagna rurale del 1900 questa settimana sarà trasmessa solo dal lunedì al mercoledì. Intanto, andiamo subito a scoprire quali appassionanti vicende terranno incollati al piccolo schermo i telespettatori, in occasione della puntata di oggi, lunedì 12 agosto 2013.

Prima di scoprire cosa accadrà quest’oggi, ripercorriamo quanto accaduto nel corso della passata puntata di venerdì: Don Anselmo ha cercato di convincere Angustias a non uccidere Pepa, ma la donna ha promesso solo che non sarà direttamente lei a farlo. Pepa quindi, continuerà ad essere in pericolo. Intanto, la levatrice continua a fare progressi nella lettura ed anche Alberto ne è affascinato, tanto da volerle quasi dichiarare una volta per tutte il suo amore.

Intanto, il Marchese ha reso noto a donna Francisca le sue intenzioni su Soledad: porterà la donna in America dove la sposerà. In realtà, Soledad rischia seriamente la vita poiché le intenzioni dell’uomo sono ben lontane da quelle che vuole far credere. Dietro la figura del mostro, inoltre, si è scoperto un grande segreto: Juan non è affatto morto. Infine, Felisia ha preparato la sua strategia al fine di uccidere Pepa: le ha fatto credere che Martin fosse in pericolo, ma in realtà ad accorrere per prima sarà Angustias.

Cosa accadrà dunque nella puntata di oggi? Pepa cercherà di curare le ferite di Angustias ma quest’ultima, con l’appoggio di Felicia, farà credere che la colpa sia proprio della levatrice. I colpi ricevuti da Angustias, nel suo stato, sono stati pericolosi: le acque si sono infatti rotte prematuramente.

Seguici e condividi!

Francesca Tordo Author

Appassionata del gossip italiano e non solo. Mi piace scrivere di fiction e anticipazioni Tv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *