Sara Tommasi e l’hacker che le ruba la pagina Facebook. Chi lo trova trash davvero non “vede” altro?

Personalmente, quando leggo gli articoli che parlano di Sara Tommasi, trovo ridicolo associare l’argomento a parole come “trash”, oppure “cattivo gusto”. Che tutto quello che gira intorno alla Tommasi, abbia certi connotati precisi credo sia ormai cosa conosciuta ai più, quindi, se volete gustarvi dell’orrido trash, guardatevi un cinepanettone, ascoltate un CD di Cristiano Malgioglio, ballate come delle pazze Dolceamaro di Barbara D’Urso, ma non colmate la vostra sete di trash “rifugiandovi” nella pagina Facebook di Sara Tommasi.

Effettivamente, la motivazione principale per la quale al momento, il vostro “rifugio” dovrà essere un altro è la chiusura della stessa pagina Facebook, ma concretamente la Tommasi è soltanto una persona bisognosa di estremo e profondo aiuto, e trovo davvero riduttivo oltre che puerile definirla solo come un fenomeno trash da seguire per “farsi due risate”. Beati voi, mi viene da pensare (ma anche no), capaci di ridere di fronte delle cose, evidentemente e oggettivamente tristi. Tornando alla pagina Facebook, al momento è stata chiusa e, l’ipotesi dell’hacker è stato l'”ultimo” segnale prima di un potenziale arrivederci.

Ovviamente non ci crede nessuno, nemmeno io, sia chiaro, ma ieri, prima di chiudere baracca e burattini e provare a concretizzare qualcosa, il fantomatico hacker ha lasciato un messaggio, scrivendo: “Ciao sono il tipo che si è impossessato della pagina di Sara mi scuso con Guè, Nicole, Jack, Emis, Marra, Vacca, Fedez per i post di ieri, mi sembra chiaro fosse solo uno scherzo, non ci conosciamo non ci siam mai visti e Sara è in una clinica… stiam cercando di contattarla in qualche modo per scusarci e restituire la pagina, fra un po’ questa pagina sarà gestita da lei, saluti a tutti. ps* evitate di continuare a commentare sotto i post di Guè, Fedez ecc con Merdenho, 14 cm miccia ecc…” (vi siete persi? Cliccate qui per rimettere insieme i pezzi).

Si dice che Sara sia in clinica, e non lo dice solo il “fantomatico” hacker, ma come mai pochi giorni fa ha rilasciato un’intervista dove, tra le altre cose confessava di avere la stessa “malattia” (ovvero, essere fin troppo promiscua tanto da non riuscire a smettere o darsi un freno) di Silvio Berlusconi?

Io credo che Sara Tommasi abbia del potenziale, penso anche che, sia intelligente e dotata di una sua ironia, quindi da donna a donna, le esprimo la mia solidarietà ogni volta che leggo qualcosa fuori di testa che la riguarda. Mi impensierisce una come Sara Tommasi, sinceramente le auguro in qualche modo (anche se davvero non riesco ad immaginare come) di trovare la chiave, la risposta giusta, sperando che il meccanismo inceppato possa ripartire.

Basterebbe solo aver voglia di vita, e non lo trovo riduttivo, come non lo trovo banale. Beati voi invece, che tutto questo lo trovate solo trash.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *