Affari tuoi, Flavio Insinna: “Desidero regalare allegria a chi mi guarda. Nel preserale ci può stare solo Bonolis”

“Dall’ultima volta che ho presentato lo show di RaiUno è cambiato tutto: ora desidero regalare allegria a chi mi guarda”, con queste parole, Flavio Insinna parla di Affari Tuoi, tra le pagine di Sorrisi e Canzoni TV. Per poi continuare: “Questo passaggio di testimone è una cosa fantastica. E poi è il decimo anno del programma. Nel calcio al decimo scudetto ti danno la stella sulla maglia e “Affari tuoi” è davvero come il calcio: una metafora della vita. Però, più che un ritorno, lo sento come un arrivo”.

E’ davvero entusiasta Insinna e, dalle sue dichiarazioni la sua gioia viene davvero fuori. Per quanto riguarda il ritorno in Rai Insinna spiega: “Non ho mai avuto esclusive né con Rai né con Mediaset. Non fa parte del mio carattere, per me vale ancora la stretta di mano. Quando mi è stato offerto il lusso di condurre “La Corrida” ho informato la Rai. Mi hanno detto: “Non scappare, torna presto”. Ed eccomi qua. Non voglio dire che la Rai sia casa mia, perché quella è un’altra e ci pago l’Imu. Dico solo che non mi sono mai sentito lontano”.

Durante il corso dell’intervista il giornalista domanda se il ritorno in Rai è anche da attribuirsi al flop de Il braccio e la mente su Canale 5, ma l’attore e presentatore non sembra essere d’accordo: “Non volevo fare il preserale, è una fascia delicatissima in cui ci può stare solo un genio come Paolo Bonolis. Mia madre mi ha sempre detto: “Fa’ sempre di testa tua”. Quella è stata l’unica volta che non l’ho fatto. E ho sbagliato. Mi è dispiaciuto, quando un programma chiude prima del previsto tante persone perdono il lavoro. Detto questo, i detrattori parlano sempre e comunque”.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Comments

    roger

    (27 luglio 2013 - 10:31)

    Bella questa,”desidero regalare allegria a chi mi guarda”, ma vai a casa morto di sonno e restaci, impara a collegare il cervello prima di aprire bocca e darle fiato, ma quale allegria, al massimo sai far venir voglia di piangere, non sei capace di fare niente per nessuno in realtà, sei come la peste porti solo distruzione e sfacelo in qualsiasi posto tu vada, sei un personaggio insopportabile, il morbo dello schermo e della televisione italiana, poveretto sgomiti e ti arrabbatti tanto per cercare di restare a galla, e perciò sei in perenne competizione con il mondo, peccato però che non sarai mai come gli altri, un professionista con la “P” maiuscola come ha dimostrato per esempio di essere Max Giusti, con lui si che si respirava aria di allegria e divertimento, ora invece certamente scenderanno di nuovo le tenebre su rai 1 e mi toccherà spegnere “di nuovo” la tv come daltronte ogni volta che ci sei tu…..!!!!!

    carlo

    (3 agosto 2013 - 11:23)

    La risposta adeguata al tuo commento l’ha già data Insinna “Detto questo, i detrattori parlano sempre e comunque”.

    Antipatia o simpatia sono sentimenti insiti in ciascuno di noi, perchè fanno parte dell’animo umano e non possono essere controllati dal nostro cervello,sono sentimenti “di pelle”

    Quello che si può controllare,viceversa,è il modo con cui si possono esprimere…

    Offesa e insulto non sono sentimenti “di pelle”,sono solo il risultato di scarsa educazione e arroganza da frustrato.La volpe che non arriva all’uva insegna…

    roger

    (3 agosto 2013 - 16:26)

    Beh mi dispiace tanto deluderla ma un frustrato arrogante e maleducato sarà lei, l’Italia è un paese libero e ognuno si esprime come vuole, poverino o mi vuole venire a dire che è rimasto scandalizzato da ciò che ho scritto io con quello che di questi tempi sta accadendo nel nostro paese, allora lei sta veramente male e mi pare che sia uno che non avendo altro da fare è in grado solo di creare delle sterili ed inutili polemiche oltretutto mi pare che lei abbia un bel poco le idee confuse perchè non si capisce molto bene cosa si conta quando blatera di uve volpi…..mah ma lei si è fatto vedere da uno psicologo, altrimenti non perda ulteriore tempo si affretti, pensi alla sua salute mentale invece di pensare a quello che scrive la gente e come lo scrive interferendo a sproposito!

    graziano

    (6 ottobre 2013 - 21:33)

    Sono completamente d’accordo con Roger. Max creava l’atmosfera giusta, né troppo né poco. Insinna si agita troppo urla fa la marionetta, racconta favole improponibili che rallentano lo spettacolo, parla in modo veloce ed incomprensibile. Poi con quegli inchini e le mille buonasera con relativi commenti…

    daniele

    (28 dicembre 2014 - 14:17)

    Sono d’accordo con Graziano, a me Insinna non convince per niente. Sembrava tutto serio e distinto a mediaset, poi da quando è tornato in rai ha cominciato a fare il pagliaccio. Quando un concorrente di affari tuoi deve chiamare i pacchi lo fa aspettare per 5 – 10 minuti. Poi mi piace perchè piuttosto di condurre un semplice gioco in maniera tranquilla all’improvviso urla, va avanti e indietro per lo studio, si mette sopra la testa uno strano cappello con indosso dei vestiti colorati quasi fosse uscito da rai yo yo, fa il terzo grado al concorrente (tipo come ha conquistato la moglie o se ha avuto disgrazie familiari) quando non interessa a nessuno, rischiando anche di essere invadente, e alla fine della puntata ti fa la tipica lezioncina di vita. Ma io vorrei chiedergli: se non ti interessa il gioco perchè sei tornato? se vuoi fare un show con pupazzi o balletti non potevi scegliere un altro programma? Tutto questo mi sembra ridicolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *