Centovetrine anticipazioni, le trame dall’1 al 6 luglio

Dopo aver visto quali saranno i nuovi avvenimenti che animeranno la nuova settimana all’insegna della soap opera di Canale 5, Beautiful (rimandiamo a questo articolo per le anticipazioni) andiamo a vedere in questo nuovo articolo quali nuovi colpi di scena caratterizzeranno un’altra soap opera, questa volta tutta italiana, in onda a partire dalle ore 14:10, Centovetrine, tutti i giorni dal lunedì al venerdì anch’essa sulla rete ammiraglia di casa Mediaset.

Il un incontro tra Diana ed il marito, la donna gli spiega come stanno realmente le cose, rivelandogli che in realtà sta solo facendo finta di essere sedotta da Ascanio per scoprire cosa nasconde. Nonostante Damiano gli abbia detto che Amelie non vuole vederlo, Milo scappa di casa per mettersi sulle sue tracce. Intanto, Carol chiede ad Ettore in tono provocatorio di appoggiarla contro Sebastian. Corradi intanto smaschera Margot e si presenta a casa, mentre Milo resta deluso nel constatare che Amelie non vuole parlargli; Damiano cercherà quindi di farlo ragionare avvicinandosi a lui come un padre.

Pur di aiutare Diana nella sua strategia, Jacopo si fa arrestare; la rivalità tra Sebastian e Carol procede imperterrita. Vinicio non si mostra minaccioso con Margot pur vietandole di pubblicare qualunque cosa sul suo conto. Intanto, nel momento della partenza e dei saluti di Milo, scoprirà che Amelie vuole finalmente vederlo. Jacopo, nel frattempo, dopo aver incontrato Ettore in carcere gli rivelerà che è stato Ascanio a volerlo incastrare. Viola è sempre più determinata a strappare a Brando Serralunga.

Mentre Laura e Sebastian vanno a Las Vegas per celebrare nuovamente il loro matrimonio, Diana tende una trappola ad Ascanio: gli farà credere che Jacopo abbia trovato delle prove che incastrano i colpevoli, e nel frattempo registra la sua conversazione con Corradi.

Seguici e condividi!

Francesca Tordo Author

Appassionata del gossip italiano e non solo. Mi piace scrivere di fiction e anticipazioni Tv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *