MTV Music Awards 2013: trionfo di talent e talenti. Emma e Mengoni Wonder Woman e Super Man

Ieri sera è andata in onda la prima edizione degli MTV Music Awards che, dato il successo (specie sui social, dove sapientemente sbirciavo ieri) sicuramente avrà anche la sua seconda, terza, quarta (e così via) edizione. A presentare l’evento ci hanno pensato Ubaldo Pantani e Virginia Raffaele, con la collaborazione di Omar Fantini (che leggeva i tweet, ci aggiornava sul chiacchiericcio online e faceva gag che… niente, faceva delle gag, punto).

Ieri sera ad aprire le danze ci ha pensato un sempre gggiovane (sì, con tre “g” che fa ancora più giovane), Max Pezzali, con una versione rivisitata di Tieni il tempo, per lui (nonostante mi stia molto simpatico), evidentemente non arriverà mai il momento dei pezzi impegnati e maturi, immagino, ma va bene, divertiamoci. Il programma del resto, si presta ad essere seguito da un pubblico molto giovane, questo è chiaro. Durante la prima parte della serata, Virginia Raffaele ha presentato “nei suoi panni”, mentre Pantani, un po’ imitava Matteo Renzi e un po’ Lapo Elkann, dopo si sono scambiati i ruoli e lui, messi i suoi di panni, ha accolto Belen Rodriguez che, se la guardi di sfuggita ti sembra davvero lei.

Ma spazio alla musica. Il primo premio della serata va ad Emma Marrone, che ha vinto la categoria Wonder Woman Award; c’era ovviamente da aspettarselo, mentre ritirando il premio afferma scherzosamente che ora possiede i super poteri. Chiara è la prima artista ufficiale ad esibirsi (Pezzali era un po’ stile sigla iniziale e finale) con Vieni con me. Nel frattempo i due finalisti che si sono sfidati per tutta la serata nella categoria Artist Saga sono stati Alessandra Amoroso e Marco Mengoni, ma lo show prosegue e si continua con i Club Dogo e Sangue Blu, e mi viene da pensare a Guè Pequeno e il suo featuring con Fedez ne Pensavo fosse amore e invece… e ripenso al suo flirt con Nicole Minetti e mi perdo praticamente tutta l’esibizione.

Emis Killa sale sul palco come un uomo vissuto, con capisce la battuta della Inaudi e ritira il premio per la LG Twitstar, anche se afferma di essere incredulo in quanto manca dal web da un po’ di tempo. Vedi se devo dare ragione alle ragazzine quando dicono che è tutto truccato, ma pensa te! (è truccato il voto, non Killa). Finalmente si respira aria di buona musica con Marco Mengoni e il suo ultimo singolo Pronto a correre. Figo come sempre, bello e bravo, ed io pazza d’amore, che devo fare? (Durante il corso di questo pezzo verranno fuori tutte le mie debolezze e i miei scheletri nell’armadio, che si sappia!).

The Twilight Saga: Breaking Dawn vince la categoria Best Movie mentre Call Me Maybe Lip Dub quella per il Moste Clicked Video. Ginnaste – Vite parallele vincono il premio Mirabilandia Best MTV Show, sul palco nuovamente Emis Killa. Abbiamo capito che non sei sparito ma stai lavorando ad un nuovo disco, sì Emiliano, ti giuro che abbiamo davvero compreso, grazie. Sul palco Fedez con Alfonso Signorini (Eroe Nazionale), amo lui, la canzone ed ogni singolo tatuaggio, quindi pensate quanto ammmmore possa nutrire per questo ometto. Il sindaco di Firenze Matteo Renzi (quello vero eh! Sì lo so, è difficile crederci, come è difficile vederlo senza giubbotto di pelle) sale sul palco per premiare Gianna Nannini che ritira l’MTV Rock Icon, che ci sta tutto. A seguire l’esibizione con Scegli me.

Il premio Sport Hero viene vinto dalla ginnasta Carlotta Ferlito, che ha battuto (tanto per dire, per fare un nome a caso) Valentino Rossi, no ma, le votazioni sono quelle che sono, ma davvero. Intorno alle 22.30 sale sul palco Miss Brown, meglio conosciuta come Emma Marrone o ancor meglio, solo Emma. Canta Amami, e la folla impazzisce, tacchi vertiginosi con cui si muove con la stessa disinvoltura che ho io quando faccio la spesa e sono in ritardo (con le converse), morale? Io ci avrei lasciato le penne su quel palco e con quei tacchi, lei no. Bellissima come sempre.

Marco Mengoni vince il primo premio della serata, nella categoria Air Action Vigorsol Super Man, ringrazia imbarazzato mentre si passa la palla a Fedez che preferirebbe aiutare la nonna a fare i biscotti e Virginia Raffaele nei panni di Belen che vuole tatuargli una farfallina.

Dopo Emma è il turno di Moreno, il suo pezzo di cuore e non solo. Sale sul palco ed ovviamente canta il suo nuovo singolo Che confusione, la folla intona il ritornello, ma non solo e, ogni volta che lo vedo esibirsi mi rendo conto che è davvero nata una star, bravo Donadoni.

Il premio Best Band viene vinto dai One Direction che ovviamente, non sono lì, ma ringraziano tramite videomessaggio (le fan secondo me sono inca***tissime). Justin Bieber che scrive su Twitter che ha voglia di pasta, viene considerato come il miglior tweet. Giusto per accontentare tutti. Prima le fan del gruppetto, adesso le fan dello gnappetto scapestrato.

Malika Ayane è una delle ultime artiste ad esibirsi, con Cosa hai messo nel caffè?. Si torna a parlare dei One Direction, in quanto le fan hanno vinto il premio Best Fan che viene ritirato da due ragazzine (rischieranno la vita? Stanno bene? Fatemi sapere!). Guè Pequeno sale sul palco, questa volta da solista, stile leopardo e, in merito cito un commento Facebook che ci sta come il cacio sui maccheroni: “Versione Guèpardo”.

Il secondo premio della serata che ritira Marco Mengoni è Artist Saga, mentre il premio Pepsi Best New Artist va a Baby K, giovane rivelazione della musica rap prodotta da Tiziano Ferro. A chiudere la serata ci ha pensato nuovamente Max Pezzali (il più vecchio lì dentro?) con L’universo tranne noi.

Tutti contenti?

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *