La Guerra dei Mondi, stasera su RaiTre la prima puntata con David Parenzo

Nella prima serata odierna di RaiTre, approda il nuovo talk show condotto da David Parenzo, La Guerra dei Mondi, che ci terrà compagnia per quattro appuntamenti in diretta dal Teatro delle Vittorie di Roma. Di cosa si occuperà nello specifico la nuova trasmissione in partenza questa sera? “Due universi paralleli che parlano lingue diverse. Generazioni in lotta tra di loro: giovani e anziani osservano la realtà attraverso angolazioni opposte guardandosi con diffidenza e ostilità”: così recita il comunicato ufficiale.

Attraverso storie di vita, filmati, immagini di repertorio e ospiti d’eccezione, La Guerra dei Mondi metterà a confronto due generazioni, quella degli under 40 e quella degli over 60, cercando di trovare le ragioni di questo scontro, dando conto con leggerezza e profondità del dibattito contemporaneo su vecchio e nuovo, degli scenari di frattura e divisione che i travolgenti mutamenti della società stanno determinando.

Due squadre rappresentative dei due mondi animeranno il confronto in studio su temi caldi come il lavoro, il potere, il successo, la famiglia, analizzando la distanza e quando è possibile i punti di contatto, le opportunità di un patto o l’inevitabilità di una guerra generazionale. Nelle due diverse fazioni saranno presenti sia ospiti noti che persone comuni, tutti con qualcosa da dire e da raccontare a proposito dei temi al centro dell’analisi.

David Parenzo condurrà questo viaggio tra le generazioni, interpretando il ruolo di garante per i protagonisti della contesa, con l’aiuto del filosofo Massimo Cacciari, un saggio super partes che osserverà il dibattito dall’inizio alla fine, intervenendo quando necessario, e con la complicità di Alessio Giannone, in arte Pinuccio, star di YouTube che con le sue incursioni e le sue telefonate surreali alleggerirà con ironia i momenti più tesi del dibattito.

Nella prima puntata di stasera, spazio al tema del lavoro: si confronteranno in studio Carla Cantone, segretario del sindacato dei pensionati della Cgil, Giampiero Mughini, scrittore e protagonista del ’68, Paolo Cirino Pomicino, ex-politico e simbolo della Prima Repubblica. Le ragioni dei giovani saranno difese da Guido Martinetti, fondatore della catena di gelaterie Grom, Emanuele Ferragina, docente di politiche sociali ad Oxford e Sofia Sabatino, rappresentante del mondo studentesco.

Seguici e condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *