Rai, Andrea Vianello scopre di essere morto andando a votare

Bizzarra situazione quella che ha visto protagonista, due giorni fa, il giornalista, conduttore e direttore della terza rete pubblica Andrea Vianello il quale ha voluto raccontare quanto accadutogli recandosi al seggio elettorale in occasione del ballottaggio al Comune di Roma, lo scorso 9 giugno, all’Adnkronos. Il direttore di RaiTre, solo in quel momento si è infatti reso conto di essere “deceduto”, almeno stando a quando appreso andando a votare. Il racconto di questa “situazione kafkiana”, vale la pena di essere riportato.

“Sono arrivato per votare, ho consegnato la tessera elettorale e il documento d’identità alla scrutatrice e ho notato che era piuttosto perplessa. Sugli elenchi elettorali il mio nome infatti era barrato e c’era scritto ‘dec’. Non potevo votare perché risultavo deceduto. Considerato che ho votato al primo turno, sarei morto negli ultimi quindici giorni. Ma io ero lì, vivo e vegeto, nel pieno di una situazione kafkiana”, ha raccontato Vianello all’Adnkronos.

Alla fine, la vicenda si è conclusa con il classico lieto fine: il presidente del seggio è intervenuto e Vianello ha potuto così votare: “Il presidente prima mi ha detto che non avrebbe potuto farmi votare, visto che risultavo morto. Poi, dal momento che ero vivo, con tessera elettorale e documenti validi, mi ha fatto votare ugualmente”. Sulla vicenda, il direttore di RaiTre ha poi voluto ironizzare dichiarando: “Intanto sono andato in banca e ho ancora accesso al conto, quindi per la mia banca sono vivo. Giocherò il 48, che nella smorfia napoletana è il morto che cammina. Una situazione bizzarra, spero che non sia una premonizione, ma un augurio di lunga vita”, ha concluso.

Ed anche su Twitter, Vianello ha voluto rendere partecipi dell’accaduto i suoi followers con una serie di tweet:

 

 

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *