Amici 12: Hai visto in TV chi va in freestyle? Moreno è la novità

Ieri si è conclusa la finale di Amici 12, il talent show più famoso d’Italia condotto e ideato da Maria De Filippi che in questa edizione, ha saputo creare un prodotto davvero eccezionale. Oltre alle spettacolari coreografie di Giuliano Peparini, hanno fatto da cornice durante le puntate, una serie di ospiti musicali che, duettando con i ragazzi hanno creato una bellissima empatia tra il nuovo e quello che c’è da anni, senza però perdere valore, in nessuno dei casi. Ieri ho però trovato la finale un po’ troppo soft, senza quell’ansia che arriva pure da casa e ti fa dire: “Ho ansia io per loro…”.

Che Moreno vincesse questa edizione non è certo una novità, ma quello che volevo fare emergere è la vittoria di colui che ha portato tra i banchi di Amici un genere musicale che prima di adesso non si era mai visto anche se, per dovere di cronaca vi ricordo che nella prima edizione di Amici, quando ancora si chiamava Saranno Famosi, c’era Michael Calandra che, pur essendo intonato anche per altri generi, la sua strada era iniziata grazie alla musica rap. Ma la prima edizione era un po’ quella di “rodaggio” del programma, dell’idea e, sappiamo bene che le cose ad Amici, sono cambiate definitivamente dalla vittoria di Marco Carta in poi.

Da Marco Carta le discografiche hanno incominciato ad interessarsi ai vari talenti, producendoli e facendoli diventare a tutti gli effetti dei cantanti professionisti. Moreno, oltre ad essere La novità, ha portato in TV un genere musicale che al momento spopola, ma erano anni che in Italia stava cercando di farsi strada (a differenza di altri stati, dove, la cultura hip hop è presente in tutte le sue forme davvero da moltissimi anni) e poi, all’improvviso il rap impazza. In Italia, Jovanotti è l’apripista per eccellenza, poi seguirono gli Articolo 31, i Sottotono, Neffa, personaggi che con il passare del tempo hanno modificato il loro modo di fare musica. Da un po’ di anni a questa parte, hanno fatto capolino, in mezzo alla folla Fabri Fibra, Nesli, Marracash, Fedez, Emis Killa, Salmo… e poi arriva Moreno.

Donadoni conquista perché è, come si definisce lui “morbido”, fa un rap che non spara a zero, scrive rime che arrivano a tutti, che ti trasmettono positività, ed invece di sentire la rabbia, senti la nostalgia, ma anche la viva speranza che le cose cambieranno. Ed è un ottimo modo per parlare ai ragazzi di oggi e Moreno ha trovato la chiave. Vittoria meritata, senza stupirsi tanto se una come Maria De Filippi non conosceva a fondo la musica rap. Volete per caso dirmi che improvvisamente siete tutti estimatori di questo genere? La De Filippi, durante il corso di queste 12 edizioni si è evidentemente occupata d’altro e Moreno, era una novità, anche e soprattutto per lei. La vera battle adesso è fuori, non più in “gabbia” ad MTV Spit, non più dietro il banco di Amici, ma fuori, in mezzo alla gente, ma Moreno, dopo Che confusione, intorno a me”, esploderà, come una bomba, indolore ma carica di energia:

“Nel gioco del rap, grande debutto, Moreno alla Ralph, spacca tutto”.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Comments

    mario

    (2 giugno 2013 - 14:37)

    Grande finale quello di ieri sera! Per me poteva vincere chiunque, ma lo ha fatto Moreno che, evidentemente, è una spanna sopra gli altri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *