Ma come ti vesti?, da stasera su Real Time tornano Carlo Miccio e Carla Gozzi con la settima stagione

Dopo aver esordito qualche giorno fa con la trasmissione L’eleganza del maschio, a partire da stasera Enzo Miccio, il celebre wedding planner che ha organizzato nei minimi dettagli anche il matrimonio di Valeria Marini, torna ad affiancare la conduttrice Carla Gozzi, in vista dell’esordio della settima stagione del programma Ma come ti vesti?, in onda su Real Time a partire dalle ore 21:10 circa. Anche in questa nuova stagione del programma, conosceremo nuovi protagonisti che sono alla ricerca del loro stile perduto (o nel peggiore dei casi mai avuto), decidendo così di affidarsi totalmente ai due esperti di fashion e look.

Ogni “caso umano” da salvare sarà presentato come sempre da parenti o amici; dopo una consueta selezione negli armadi di ciascun protagonista e la lezione su ciò che occorre sapere in merito all’abbinamento dei colori, ma anche all’uso di accessori e degli stessi abiti, sarà loro consegnata una carta di credito del valore di 1500 euro utile per poter finalmente dare una boccata d’aria al guardaroba. A dare il tocco finale, ci penserà poi l’intervento fondamentale di hair stylist e make up artist.

Ovviamente, in vista della nuova stagione di Ma come ti vesti?, qualcosa cambierà, almeno in merito al salotto che ospiterà i due esperti Enzo e Carla e che sarà molto più vicino allo stile moderno con l’uso del colore bianco e di strutture tecnologiche. Piccoli cambiamenti anche in merito ai bidoni che assumeranno una nuova forma, colore e nome, così come i manichini che saranno ora metallici ed al drappo rosso, che sarà ora un grande schermo pronto a trasformarsi in specchio.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *