Quarto Grado torna a parlare della violenza contro le donne, stasera su Rete 4; tra i casi quello di Roberta Ragusa

Dopo la puntata della passata settimana incentrata sul tema della violenza contro le donne, la trasmissione di approfondimento giornalistico in onda nella prima serata del venerdì su Rete 4, Quarto Grado, condotta da Salvo Sottile e con la partecipazione di Sabrina Scampini, torna sul medesimo argomento anche questa sera, puntando l’attenzione su nuovi casi aventi come protagoniste sempre le donne. La trasmissione a cura di Siria Magri, infatti, ha deciso di affrontare in prima linea l’emergenza “femminicidio” affiancando l’iniziativa sostenuta dal telefono Rosa (1522) che da anni opera al fianco delle donne vittime di maltrattamenti.

Questa sera, i due padroni di casa si concentreranno su un caso molto controverso ed al centro della cronaca nostrana ormai da diversi mesi, quello relativo alla misteriosa scomparsa di Roberta Ragusa, in attesa dell’interrogatorio con l’amante di Logli, al momento unico indagato per omicidio e occultamento di cadavere. Ma verrà affrontato anche il caso di Valentina Salamone, vicenda che il settimanale di Rete 4 ha spesso affrontato anche quando il caso rischiava di essere archiviato come suicidio, ed ancora i casi di Mariella Cimò e di Tiziana Olivieri, uccisa un anno fa dal padre di suo figlio, oggi in libertà a causa di un errore burocratico.

Anche questa settimana la nuova puntata di Quarto Grado, in partenza dalle ore 21:10 circa, andrà a collocarsi nella medesima prima serata nel corso della quale in palinsesto, su RaiTre andrà in onda una nuova puntata della trasmissione condotta da Barbara De Rossi, Amore criminale, anche essa incentrata sui casi di violenza nei confronti delle donne. L’appuntamento con la nuova interessante puntata di Quarto Grado, è quindi fissata per questa sera su Rete 4, ovviamente in diretta.

Seguici e condividi!

Vincenzo Faraone Author

Amante dello sport, mi piace guardarlo e scriverne. Amo il calcio e la F1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *