L’Aiart vs Grande Fratello: “Si è spettacolarizzato il problema delle molestie sui minori per far rialzare gli ascolti”

Nella puntata del Grande Fratello 11 andata in onda lunedì 22 novembre si è parlato degli abusi sessuali di cui è stato vittima un concorrente del reality show di Canale 5.

Infatti nei giorni precedenti all’appuntamento del lunedì sera Nando Colelli aveva dichiarato di aver subito delle molestie sessuali da parte di uno sconosciuto quando era piccolo.

L’Aiart, l’associazione di utenti televisivi cattolici, non ha gradito che sia stato affrontato un argomento tanto delicato nel reality show e ha accusato il GF di aver usato questo tema per aumentare gli ascolti. Infatti il presidente Luca Borgomeo ha asserito che in tv “si è di nuovo superato il limite”, in quanto:

davanti a milioni di spettatori si è spettacolarizzato un tema delicatissimo come quello delle molestie sessuali sui minori.

Luca Borgomeo ha poi continuato, dicendo:

Gli autori del programma non si sono fatti scappare questa occasione, probabilmente per far rialzare gli ascolti, dedicando l’appuntamento settimanale del Grande Fratello a questa vicenda.

Il dubbio del presidente dell’Aiart è lecito. Infatti il reality sicuramente ha bisogno di trovare qualche espediente per far aumentare gli ascolti, dopo il crollo del numero dei telespettatori dovuto alla concorrenza del programma di Fabio Fazio e Roberto Saviano, Vieni via con me.

Luca Borgomeo ha concluso:

Un reality non è di sicuro il programma adatto ad affrontare temi così importanti e così privati, ma purtroppo in Tv sembra una prassi consolidata mettere in bella mostra vicende personali scabrose.

Seguici e condividi!
Articolo creato 1048

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Condividi