Dollhouse: questa sera la nuova puntata, “Istinto”

Dollhouse è una serie televisiva statunitense ideata da Joss Whedon, autore di Buffy l’ammazzavampiri, Angel e Firefly. La serie ha debuttato negli USA il 13 febbraio 2009 sul canale Fox.
In Italia la prima stagione è stata trasmessa dal 3 settembre 2009 su Fox, per passare dal 16 marzo 2010 su Cielo.

Eliza Dushku (già vista in Buffy e nello spin-off Angel) interpreta una giovane donna di nome Echo, appartenente ad un gruppo di persone, chiamati “Attivi” o “Bambole”, tenute in un ambiente segreto e controllato dalla misteriosa associazione “Dollhouse”.
Gli “Attivi” sono tutti giovani di ambo i sessi, fisicamente attraenti e atletici, che hanno deciso spontaneamente di partecipare al programma sperimentale e consegnare alla scoperta scientifica i loro corpi e le loro menti, per cinque anni.
Una speciale macchina cancella totalmente i ricordi delle loro precedenti esperienze di vita e rende la loro personalità neutra e quasi del tutto assente. Questo permette alla società di modellare gli Attivi ogni volta con nuove e distinte personalità per soddisfare pienamente i desideri più disparati di facoltosi clienti, dall’ appagamento di fantasie erotiche a compiti di guerriglia.
La storia di Echo si mescola, quindi, a quella di altri giovani Attivi che sono al servizio inconsapevole, come lei, della Dollhouse.

La Dollhouse è governata e diretta dall’austera Adelle De Witt (Olivia Williams), mentre l’ingegnosa apparecchiatura che consente di cancellare e ripristinare a piacere le loro personalità è affidata a Topher Brink (Fran Kranz), giovane genio che non sembra farsi troppi scrupoli nell’armeggiare con le coscienze.

In parallelo all’illecita attività della Dollhouse si sviluppano le indagini di Paul Ballard (Tahmoh Penikett già visto in Battlestar Galactica), agente dell’F.B.I. che ha personali ragioni di rancore verso questa leggendaria e inafferrabile associazione, e sembra conoscere qualcosa del passato “rimosso” di Echo dalla cui cattura sembra ossessionato a tal punto da compromettere la propria carriera di agente federale.
Nel corso delle sue avventure, Echo comincia a ricordare flash estemporanei della sua vita passata, e tutti i ruoli che le sono stati assegnati nel corso della sua esperienza alla Dollhouse.
Inoltre la direzione della Dollhouse rivela di essere reduce dalla violenta e sanguinaria ribellione di un Attivo chiamato Alpha (Alan Tudyk visto nella serie tv Firefly e nel film Io, robot), che è riuscito a fuggire al controllo dell’associazione dopo aver ucciso molti dei i suoi compagni. Solo Echo è stata risparmiata deliberatamente dalla furia omicida di Alpha.

Capiamo solo nell’ultima puntata della prima stagione (il numero uno) il motivo per cui la ragazza è stata risparmiata da Alpha: il suo piano era quello di rendere Echo un “attivo” superiore impiantandogli una nuova personalità chiamata Omega composta da un mix di tutti i suoi impeghi precedenti.

Intanto Adelle è sicura di riuscire a sconfiggere Alpha perchè può contare sull’aiuto dell’ormai ex agente dellFBI Ballard diventato il consigliere della sicurezza, mentre la dottoressa Saunders scopre di essere stata anche lei un Attivo.
Questi saranno anche i temi centrali della seconda stagione.

Sono passati sei mesi dal regno del terrore di Alpha. Echo ora ha sporadici, ma rivelatori, ricordi dei suoi incarichi precedenti.
Così riprende la seconda stagione con “Voci”, prima puntata, andata in onda su Fox il 15 Aprile, che getta le basi per tutto ciò che dobbiamo aspettarci dai dodici episodi di questa serie.
Quello che è interessante è il nuovo morboso rapporto che si viene a creare tra Echo e l’ormai ex agente FBI Ballard, che si ritrova nella Dollhouse senza un ruolo ben definito ma sempre più attratto dalla ragazza..
All’esterno c’è una nuova forza con cui fare i conti e che apparentemente sembra essere interessata alle varie Dollhouse sparse per il globo, si tratta di un senatore americano (interpretato da Alexis Denisof) la cui inchiesta (e soprattutto l’eventuale misterioso mandante) sembra preoccupare non poco Adelle DeWittt.

Il cuore dell’episodio, e probabilmente anche dell’intera stagione, è il nuovo rapporto che si è creato tra la scienziato Topher Brink e la dottoressa Sunders (Amy Acker Angele e Alias); quest’ultima, dopo aver scoperto di essere uno degli Attivi, ha ovviamente una crisi d’identità e un rapporto di amore/odio verso il suo creatore.
Di base, però, rimane sempre la missione di Echo che fa promettere a Ballard di aiutarla a restituire ad ogni Attivo la propria personalità ma che è destinata a scontrarsi non solo con i poteri delle Dollhouse ma anche con gli impedimenti di tipo morale ben più complessi che prima o poi sfoceranno nell’apocalisse annunciata da Epitaph One (uno degli episodi speciali).

La prossima puntata intitolata “Istinto” andrà in onda il 22 Aprile.

Seguici e condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *